Seleziona una pagina

LINTELLIGENZA ARTIFICIALE (AI) è un altro dei Social Media Trend che, in questo 2019, porterà risultati reali e concreti. Vediamo di cosa si tratta:

L’AI è intesa come l’abilità di un sistema tecnologico di agire in modo autonomo risolvendo problemi e svolgendo compiti caratteristici della mente e delle abilità umane quali, ad esempio, la pianificazione, la comprensione del linguaggio, il riconoscimento di immagini e dei suoni e via dicendo. Ciò che caratterizza l’AI dal punto di vista tecnologico è il Machine Learning, ovvero il metodo di apprendimento con cui questa diventa abile in un compito o in una azione.

Grazie al Machine Learning, le tecniche di marketing stanno gradualmente cambiando. Alcuni strumenti sono già molto diffusi e sono diventati fondamentali per generare engagement, altri invece si stanno evolvendo contestualmente alle nuove tecnologie.  

  1. Marketing Automation: consiste nell’apprendimento automatico dei comportamenti e delle preferenze degli utenti, permettendo di automatizzare la comunicazione e raggiungere l’utente nel momento giusto. Con la funzionalità Selligent Cortex, ad esempio, si possono coinvolgere ed instaurare relazioni personalizzate con il proprio target su diversi canali aumentando così le conversioni. 
  2. Assistenti Vocali: gli Smart Speakers Google Home e Alexa sono un trend in crescita e sono terreno fertile per strategie di content marketing vincenti e mirate a differenziare un brand dai competitor. Puntare su Skill (funzionalità e servizi aggiuntivi) specifiche per Google o Alexa, può portare enormi vantaggi: personalizzando i contenuti in base al target e all’ambiente si può infatti instaurare un rapporto più reale con l’utente (e trasformarlo in cliente quando la skill è finalizzata all’acquisto tramite assistenti vocali). Ad oggi, non sono molti gli sviluppatori italiani che si cimentano nella realizzazione di componenti aggiuntivi per gli Smart Speakers, nel territorio umbro Crimson Byte è una delle poche. 
  3. Chatbot: la proliferazione delle chat e della messaggistica istantanea ha favorito l’emergere dei chatbot, ovvero di assistenti virtuali capaci di dialogare con l’utente e rispondere in modo strutturato a una serie di domande. Le interazioni poco soddisfacenti con i brand e le relative esperienze negative influiscono fortemente sulle scelte dei consumatori e l’impiego di call center o centri assistenza basati su Chatbot che imparano dai propri errori, dai gusti e dai comportamenti degli utenti offrendo soluzioni e risposte pertinenti al momento opportuno, possono rivelarsi molto utili per quelle aziende che vogliono essere competitive e desiderano lavorare su tutti quegli aspetti che generano maggiore frustrazione e disappunto nei propri clienti.