Seleziona una pagina

Live Streaming Strategy, un altro social media trend da tenere d’occhio. Vediamolo nel dettaglio.

Il modo di comunicare dei brand e delle persone è in continua evoluzione e, negli ultimi anni, i video hanno dimostrato di essere in grado di garantire un forte engagement. I dati statistici, infatti, ci dicono che oltre l’80% dell’utenza preferisce i video in diretta ai classici post sui social o sui blog. La ragione di questa preferenza è riconducibile al senso di inatteso che deriva dal guardare qualcosa che sta avvenendo in tempo reale e alla maggiore intimità che si crea con il brand interagendo e coinvolgendo il pubblico con feedback e risposte immediate.

Attualmente, quasi tutti i social, ormai, implementano funzioni che permettono di caricare live video. Per le aziende si tratta di una possibilità da sfruttare al massimo. Tuttavia, per poter funzionare e generare coinvolgimento e iterazione, una buona live stream strategy deve essere pensata in chiave sociale e mettere al centro gli utenti a cui è rivolta e che vi prendono parte ponendo domande ed esprimendo pareri o opinioni. Una diretta video può raccontare qualsiasi cosa (eventi, backstage, lanci di nuovi prodotti, annunci, partnership, etc.) e può rivelarsi molto utile per creare una solida community intorno al brand. Per questo è importante porre particolare attenzione allo sviluppo di contenuti brevi e d’impatto approfittando, magari, di notizie o avvenimenti in qualche modo relazionati al brand e diffonderli attraverso i canali giusti.

Il timore che durante una diretta video possano sorgere problemi inaspettati che tutti vedono e che non possono essere rimossi perché non esiste una fase di editing successiva, non deve dissuadere l’azienda dall’includere il live streaming nella propria social media strategy. I follower conoscono la differenza tra una video registrato e uno in diretta, sanno che possono verificarsi contrattempi difficili o impossibili da controllare sul momento. Gli imprevisti non influiscono negativamente sulla brand reputation come erroneamente si può credere, ma al contrario l’aiutano migliorando la relazione azienda/cliente rendendola più umana, più facile da raggiungere e da comprendere.

Un’ultima cosa importante da sapere sul live streaming è che, oltre a garantire lead, può rivelarsi anche un’ottima forma di monetizzazione diretta. Ad esempio, tramite l’offerta di contenuti speciali a pagamento,l’inserimento di bottoni per donazioni in crowdfunding, link per acquisti immediati o l’inclusione di annunci pubblicitari mirati all’interno della diretta video.